richiedi subito informazioni chiamando al numero +39 080 4837098

Cosa c'è da sapere per costituire le società srl semplificate con 1 euro

18 set 2012

Dal 29 agosto 2012 è possibile costituire una società con un capitale sociale simbolico di un euro. Si tratta della società a responsabilità limitata semplificata.

Lo scorso 14 agosto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il modello standard di atto costitutivo e lo statuto che contiene tutti gli elementi utili alla costituzione della società a responsabilità limitata semplificata da parte dei soggetti che hanno meno di 35 anni.

Di seguito vi riepilogo le caratteristiche che deve avere questa Srl semplificata?
 

  • I Soci:
    I soci non devono aver compiuto 35 anni di età, altrimenti non potrebbero costituirla. Per lo stesso motivo si prevede che al superamento del 35esimo anno di età il socio dovrebbe uscire dalla stessa o la società di dovrebbe trasformare in srl ordinaria.
  • Il Notaio:
    Per la costituzione delle società vi è bisogno di un atto notarile. Questo vale anche per la srl semplificata ma poichè il Ministero della Giustizia ha fornito un modello standard di atto costitutivo non è dovuto l’onorario notarile. Ricordo che non è possibile modificare in nessun caso l’atto costitutivo per aggiungere altri punti oltre quelli contenuti nel documento.
  • Il Capitale:
    Il capitale deve essere compreso tra 1 e 9.999,99 euro e non deve essere versato in banca come per la Srl ordinaria ma solo in denaro nelle mani degli amministratori. Gli amministratori possono essere nominati solo tra uno o più soci.
  • I Costi:
    Atto costitutivo ed iscrizione nel Registro delle imprese presso la Camera di Commercio dove avrà sede la società sono esenti da bolli e diritti di segreteria. Da segnalare che si devono pagare l’imposta di registro di 168 euro e la tassa annuale alla Camera di Commercio.
  • Gestione Contabile:
    Considerazioni ulteriori da fare riguardano la gestione contabile di una società di capitali come questa di cui ho parlato. Vi sono molti più adempimenti da svolgere quindi il compenso di un commercialista è sicuramente più elevato rispetto alla gestione di una contabilità semplificata o ancora di una contabilità di un soggetto nel regime dei minimi.

Una considerazione importante è che le banche spesso rifiutano di concedere prestiti per iniziare l’attività per via delle scarse garanzie offerte. La banca chiede sempre garanzie reali, quali somme personali detenute già dai soci o garanzie ulteriori prestati da terzi soggetti (ad esempio i genitori).


Categoria: Mondo WWW
Autore: Francesco

Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato